Cerca Ricerca avanzata

Materiale didattico

Sei in: Home > Materiale didattico > SpazioAziende

Corso di Studio CONSERVAZIONE E RESTAURO DEI BENI CULTURALI (Sede di Venaria Reale)

Dipartimenti di Studi Storici - Chimica - Fisica - Scienze della Terra - Scienze della Vita e Biologia dei Sistemi

SPAZIO AZIENDE

 

 

Contatti: info.crbc@unito.it  - Manager Didattico del Corso di Studi in Conservazione e Restauro dei Beni Culturali 

Contatti: Job Placement della Scuola di Scienze della Natura 

 


Enti e Imprese: Laureati:

gli Abstract degli elaborati di tesi A.A. 2015/16 (novembre 2016 e aprile 2017)

gli Abstract degli elaborati di tesi A.A. 2014/15 (novembre 2015 e aprile 2016)

A.A. 2013/14 - nessun laureato

gli Abstract degli elaborati di tesi A.A. 2012/13 (novembre 2013 e aprile 2014) 

gli Abstract degli elaborati di tesi A.A. 2011/12 (novembre 2012 e aprile 2013)        

Archivio pubblico TesiOnLIne -abstract degli elaborati di tesi (selezionare "Interfacoltà generica" e "Corso di Studi Conservazione e Restauro dei Beni Culturali - Abilitante - codice 512")

Enti e Imprese Servizio di placement “Job Placement on line”: consente alle imprese e agli enti interessati di proporre offerte di lavoro e di tirocinio extracurriculare a studenti e a laureati dell’Università di Torino.

Il Portale dei laureati in Conservazione e Restauro dei Beni Culturali: CCR-NEXT

 


 

 

TIROCINI E STAGE

Aziende ed enti possono richiedere di accogliere neo-laureati abilitati o studenti in Tirocinio/Stage.

 

A) NEO-LAUREATI ABILITATI

Entro dodici mesi dal conseguimento del titolo, i laureati possono svolgere un periodo di Tirocinio Formativo e di Orientamento, per un massimo di sei mesi.

 

Sulla base di quanto previsto dall’art. 1, commi 34-36 della L. 92/2012 è corrisposta al tirocinante un’indennità per la partecipazione al tirocinio. Per i tirocini effettuati nel territorio della Regione Piemonte, l'importo minimo previsto è di € 300,00 lordi mensili corrispondente all’impegno massimo di 20 ore settimanali. Tale importo aumenta proporzionalmente in relazione all’impegno del tirocinante fino a un massimo di 40 ore settimanali (€ 600,00 lordi mensili). L’erogazione dell’indennità è garantita dal soggetto ospitante o – in accordo con soggetti terzi – attraverso finanziamento o cofinanziamento da altre fonti.  E’ in ogni caso facoltà dei soggetti coinvolti concordare indennità di valore superiore ai riferimenti sopra riportati.    (deliberazione Giunta Regione Piemonte 3 giugno 2013, n. 74-5911 )

Per i tirocini da effettuarsi nel territorio di altre Regioni, è necessario far riferimento all'analoga disciplina regionale:

Normativa altre Regioni (fonte ADAPT)

Schede riassuntive Regolamenti Regionali (fonte ADAPT)

 

PROCEDURA:

1) Azienda/EnteRichiesta di attivazione Tirocinio/Stage per neo-laureati (da inviare a info.crbc@unito.it)

2) Azienda/Ente: Registrazione al portale di Ateneo: http://www.unito.it/registrazione (istruzioni).

3) Stipula della Convenzione-quadro

4) Sottoscrizione del Progetto Formativo Individuale

5) Avvio del tirocinio 

 

B) STAGE PER STUDENTI  (prima del conseguimento della laurea magistrale)

PROCEDURA:

1) Azienda/EnteRichiesta di attivazione Tirocinio/Stage per studenti  (da inviare a info.crbc@unito.it, allegando un curriculum formativo e professionale del tutor aziendale) - E' IMPORTANTE DETTAGLIARE BENE IL PROGETTO FORMATIVO PROPOSTO (obiettivi formativi, tema dello stage e attività previste). 

2) Dopo l'approvazione della Commissione appositamente designata dal Corso di Studio, si potrà procedere alle fasi successive

3) Azienda/Ente: Registrazione al portale di Ateneo: http://www.unito.it/registrazione (istruzioni).

4) Stipula della Convenzione-quadro

5) Sottoscrizione del Progetto Formativo Individuale

6) Avvio dello stage 

MODULISTICA

 

 


 

 

Quanti tirocinanti/stagisti può ospitare un'azienda?

 

In relazione alle disposizioni di legge nazionali e regionali, alle circolari ministeriali e alle prassi consolidate in ottemperanza alle segnalazioni degli uffici provinciali del lavoro, si possono indicare le seguenti percentuali:

 

N. dipendenti a tempo indeterminato N. massimo di stagisti possibili
Da 0 a 5 Uno
Da 6 a 19 Due
Da 20 in poi 10% del numero dei dipendenti a tempo indeterminato

 

 


 

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 03/05/2017 16:08
Campusnet Unito
Non cliccare qui!