Vai al contenuto principale
Coronavirus: aggiornamenti per la comunità universitaria / Coronavirus: updates for UniTo Community
Oggetto:
Oggetto:

Chimica dei beni culturali

Oggetto:

Chemistry applied to Cultural Heritage

Oggetto:

Anno accademico 2021/2022

Codice attività didattica
INT0087
Docente
Monica Gulmini (Titolare del corso)
Corso di studio
[f090-c512] laurea a ciclo unico in conservazione e restauro dei beni culturali (abilitante ai sensi del d.lgs n.42/2004) - a venaria
Anno
1° anno
Periodo
Da definire
Tipologia
Di base
Crediti/Valenza
6
SSD attività didattica
CHIM/12 - chimica dell'ambiente e dei beni culturali
Erogazione
Tradizionale
Lingua
Italiano
Frequenza
Obbligatoria
Tipologia esame
Orale
Prerequisiti
Conoscenze di base di chimica generale e inorganica, di cristallografia e di fisica.

INCOMING REQUIREMENTS (ENGLISH)

Fundamentals of Chemistry, Christallography and Physics.

Propedeutico a
Chimica del restauro.
Oggetto:

Sommario insegnamento

Oggetto:

Obiettivi formativi

L’insegnamento ha l’obiettivo di inquadrare, da un punto di vista chimico, alcuni dei principali materiali nel campo dell’archeologia e dell’arte per poter riconoscere in vari manufatti i tratti comuni associabili ad una stessa tipologia. Tali competenze si inseriscono nel percorso interdisciplinare di formazione offrendo gli strumenti della chimica a supporto del riconoscimento delle tecniche artistiche e delle tecnologie di produzione. La corretta classificazione dei materiali da un punto di vista chimico consente inoltre di conoscere i processi di degrado che sono attesi per alcuni materiali in determinate condizioni.

AIMS OF THE COURSE (ENGLISH)

The course aims at setting a chemical frame for some among the main materials relevant for art and archaeology, in order to be able to recognize their common characteristics in various artefacts. These skills support the interdisciplinary view in the training course for conservation restorers giving the chemical tools that supports the recognition of artistic techniques and production technologies. Furthermore, the classification of materials from a chemical point of view allows to foreseen the degradation processes that are expected for some materials under specific conditions.

Oggetto:

Risultati dell'apprendimento attesi

Conoscere ed essere in grado di descrivere le principali caratteristiche, in termini di composizione chimica e struttura micro-morfologica, di alcune classi di materiali inorganici e organici che le studentesse e gli studenti incontreranno nei vari PFP.

Conoscere i punti di forza (inerzia, stabilità) e di debolezza (reattività, instabilità) dei materiali.

Sapere proporre strategie adeguate per riconoscere e caratterizzare i vari materiali.

Saper riconoscere e valutare lo stato di conservazione e le potenziali cause del degrado per uno specifico materiale.

LEARNING OUTCOMES (ENGLISH)

Knowing the main features, in terms of chemical composition and micro-morphological structure, of some classes of inorganic and organic materials that students will encounter in the various PFPs. Capability of properly describing and discussing this knowledge.

Knowing the strengths (inertia, stability) and weaknesses (reactivity, instability) of the materials.

Being able to suggest adequate strategies to recognize and characterize the various materials.

Knowing how to recognize and evaluate the state of conservation and the potential causes of degradation for a specific material.

 

Oggetto:

Programma

Introduzione: Presentazione e condivisione delle modalità di insegnamento, dei contenuti, dei materiali didattici, dei supporti informatici utilizzati, delle modalità d’esame e dei risultati dell'apprendimento attesi.

Materiali metallici. Classificazione dei metalli e loro reattività. Rame, leghe a base di rame. Argento, oro e leghe relative. Ferro e leghe a base di ferro. Acciai e ghise. Approcci di indagine per il riconoscimento dei metalli e delle leghe. Cenni sull’alterazione e corrosione dei metalli e sulle strategie per la protezione.

Vetro. Stato amorfo e cristallino. Componenti (vetrificanti, modificatori) e materie prime utilizzate nella produzione. Composizione chimica di base dei vetri antichi e principali tipi di vetro. Agenti coloranti, decoloranti, opacizzanti. Processi di alterazione e degrado del vetro.

Materiali ceramici. Impasti argillosi e impasti silicei. Argille e plasticità del sistema argilla/acqua. Fasi di lavorazione dall’argilla alla ceramica. Trasformazioni che si verificano durante la cottura di un impasto ceramico. Colore degli impasti ceramici. Rivestimenti. Approcci di indagine per la caratterizzazione dei manufatti in ceramica.

Materiali pittorici. Interazione luce-materia e concetto di colore. Struttura e componenti dell’opera pittorica. Pigmenti (e coloranti). Lacche pittoriche. Pigmenti maggiormente utilizzati nella storia della pittura. Degrado di alcuni pigmenti (e metodi di recupero). Strategie per il riconoscimento dei pigmenti nelle pitture.

Fibre tessili. Classificazione (fibre vegetali, animali, sintetiche) e caratteristiche principali. Tintura e coloranti. Degrado delle fibre tessili naturali.

Carta e cartone. Composizione e materie prime. Metodi di produzione e di caratterizzazione. Processi di degrado.

 

PROGRAMME (ENGLISH VERSION):

Introduction. Presentation and sharing of teaching methods, contents, learnign materials, e-learning platform, assessments methods and expected learning outcomes.

Metals. Classification reactivity. Copper, copper-based alloys. Silver, gold and related alloys. Iron and iron-based alloys. Steels and cast irons. Investigation approaches for the recognition of metals and alloys. Basics on the alteration and corrosion of metals. Protection strategies.

Glass. Amorphous and crystalline state. Components (vitrifying agents, modifiers) and raw materials used in production. Basic chemical composition of ancient glass and main types of glass. Coloring agents, bleaches, opacifiers. Processes of alteration and degradation of glass.

Ceramic materials. Clay and siliceous mixtures. Clay and plasticity of the clay / water system. Processing phases from clay to ceramics. Transformations that occur during the firing of a ceramic body. Color of the ceramic bodies. Coatings. Investigation approaches for the characterization of ceramic artefacts.

Panting materials. Light-matter interaction as the base for colour. Structure and components of paintings. Pigments (and dyes). Lake pigments. Most yuse pigments in ancient painting. Degradation of some pigments (and recovery methods). Strategies for the recognition of pigments in paints.

Textile fibers. Classification (vegetable, animal, synthetic fibers) and main characteristics. Dye and dyes. Degradation of natural textile fibers.

Paper and cardboard. Composition and raw materials. Methods of production and characterization. Degradation.

Oggetto:

Modalità di insegnamento

48 ore di lezione frontale, discussione.

Oggetto:

Modalità di verifica dell'apprendimento

L'esame si svolge attraverso una prova orale di durata orientativa di 30- 40 minuti con il supporto di una lavagna o di fogli di carta. Vengono poste domande relative ad almeno tre argomenti caratterizzanti i contenuti dell'insegnamento, considerando sia concetti base, sia aspetti più specifici legati ai materiali trattati a lezione. I materiali pertinenti al PFP di scelta sono sicuramente tra gli argomenti di esame.

Lo scopo del colloquio è quello di accertare l'avvenuto apprendimento dei contenuti disciplinari del corso. Per un brillante superamento della prova d'esame si richiede che il linguaggio sappia essere contestualizzato in funzione dello specifico campo disciplinare trattato. E’ necessario dimostrare di aver riflettuto sulla materia studiata, di averne compreso in profondità gli elementi fondanti e accessori e di saper applicare quanto appreso in contesti specifici. Le conoscenze di chimica di base sono il fondamento necessario per padroneggiare i contenuti dell'insegnamento.

Alcune studentesse e studenti hanno seguito l'insegnamento in anni passati, con programmi che possono essere differenti da quelli dell’anno accademico in corso. In questi casi è opportuno presentarsi all'esame con l'elenco dei macro-argomenti relativi all’insegnamento nell’anno di corso, in modo che la docente possa riconoscere quanto trattato nelle varie annualità e adattare la prova alle singole situazioni.

ASSESSMENT (ENGLISH)

Oral examination (30-40 min) with blackboard or sheets to write and draw. Questions focus on (at least) three topics, considering both basic concepts and more specific aspects related to the materials discussed in the classroom. Those relevant to the PFP of choice are certainly included.

The purpose of the oral examination is to assess that the contents of the course have been learned and that the candidate can master, though a proper language, the disciplinary contents. Candidates shall also demonstrate that they have reflected on the subject studied, that they have understood in depth both founding and ancillary elements and that they are able to apply what they have learned. Basic concepts of chemistry, as learnt in the previous course, is fundamental to deal with the various topics.

Oggetto:

Attività di supporto

Forum on-line, costruzione di mappe concettuali.

Testi consigliati e bibliografia

Oggetto:

AA VV. Chimica per l'arte; Zanichelli - Bologna.

Martuscelli. Degradazione delle fibre naturali e dei tessuti antichi: aspetti chimici, molecolari, strutturali e fenomenologici; Firenze – Paideia.

Copedè. La carta e il suo degrado; Firenze - Nardini.

SUGGESTED BIBLIOGRAPHY

AA VV. Chimica per l'arte; Zanichelli - Bologna.

Martuscelli. Degradazione delle fibre naturali e dei tessuti antichi: aspetti chimici, molecolari, strutturali e fenomenologici; Firenze – Paideia.

Copedè. La carta e il suo degrado; Firenze - Nardini.



Oggetto:

Note

Calendario, orario, aula: http://conservazionerestauro.campusnet.unito.it/cgi-bin/lezioni.pl

annualità - periodo indicativo: SECONDO SEMESTRE

 

 

 

EMERGENZA CORONAVIRUS: in caso di un eventuale protrarsi della situazione emergenziale, alle studentesse e agli studenti che non potranno frequentare le lezioni in presenza sarà assicurata la possibilità di fruire delle lezioni in diretta streaming, con deposito dei files audio/video nella piattaforma Moodle, insieme al materiale didattico

Registrazione
  • Aperta
    Oggetto:
    Ultimo aggiornamento: 16/02/2022 08:46